LA TACHICARDIA CON IL CUORE A POSTO

Parliamo qui della tachicardia con gli esami sul cuore tutti normali. La persona inizia a sentire, spesso di notte, i ben noti sintomi della tachicardia, cioè i battiti cardiaci molto intensi e più frequenti del normale, con una sensazione di fastidio o addirittura dolore al torace sinistro. Si reca allora nei giorni seguenti da un cardiologo che gli ordina tutti gli esami necessari, i quali risultano però tutti negativi. Il disturbo allora di solito è attribuito all’ansietà del soggetto, il quale viene indirizzato da altri specialisti.

TACHICARDIA E GONFIORE ADDOMINALE

Non vi è dubbio che un soggetto caratterialmente ansioso possa preoccuparsi moltissimo della tachicardia, fino ad avere la paura di morire. Ma è improbabile che l’ansia ne sia la causa principale. Infatti l’esperienza ha dimostrato che in un cuore clinicamente sano la causa della tachicardia è quasi sempre dovuta ad un cospicuo accumulo di gas nell’intestino, che provoca gonfiore addominale e una compressione sul cuore dal basso verso l’alto. Il problema resta allora: come curare nel modo migliore il gonfiore addominale?

LA CURA MAYR

Secondo la mia esperienza la miglior cura del gonfiore addominale é la Cura Mayr, molto praticata nei paesi di lingua tedesca. Si tratta di una cura interamente naturale, basata sulla razionalizzazione della alimentazione e dell’attività fisica della persona, per cui è utile non solo per la tachicardia, ma anche per vari altri disturbi. L’alimentazione nella Cura Mayr è sempre molto gradevole, e non ha nulla a che vedere con le usuali diete dimagranti, ma è finalizzata al miglioramento della salute in generale. Se desiderate informazioni su tale cura più dettagliate della pagina Cura Mayr , potete leggere  il mio libro Dieta Mayr, il quale è stato così benvoluto dai lettori, che dopo più di trent’anni è ancora disponibile in tutte le librerie italiane!

tachicardia notturna

CONTATTO

Dr. Paolo Cataldi

info@paolocataldi.com

Tel. 0118609870

Cell. 3395682550