COME CURARE RADICALMENTE LA STITICHEZZA

LA STITICHEZZA È CAUSA DI MOLTI ALTRI DISTURBI

La stitichezza o imbarazzo intestinalestipsi – che dà disturbi immediati come pancia gonfiastanchezza, spossatezza o mal di testa – non è solo un male di per se stessa, ma soprattutto per le sue conseguenze a distanza, dato che provoca disturbi di vario genere, dovuti alla autointossicazione intestinale, i quali peggiorano sempre più con l’avanzar degli anni. Nel menu ALTRI DISTURBI in testa a questa pagina potete vedere alcuni di questi disturbi, che addirittura non riguardano l’apparato digerente, ma che sono causati spesso dalla stitichezza cronica.

stitichezza

LA SOLA CURA RADICALE DELLA STITICHEZZA

A mio avviso, l’unica cura radicale e definitiva della stitichezza, e quindi delle sue conseguenze, è la Cura Mayr, il cui obiettivo principale è di mettere a riposo l’intestino per un periodo di circa due mesi. Essa comprende quattro tecniche: una dieta personalizzata, uno speciale massaggio addominale, l’assunzione di acque solfatiche e un’adatta fisioterapia. In questo sito non mi sono proposto però di descrivere nei dettagli la Cura Mayr – che è notevolmente complessa e comunque di competenza specialistica – ma piuttosto di dare a chi soffre di stitichezza alcuni consigli generali, in attesa di fare la Cura Mayr, per evitare  un peggioramento rapido della stitichezza e delle sue conseguenze. Chi volesse poi avere qualche altro consiglio più personalizzato può mandarmi una mail, descrivendomi nei dettagli la storia del suo disturbo, ed io cercherò di rispondervi, naturalmente senza alcun impegno da parte vostra

ALCUNI CONSIGLI PRELIMINARI PER LA STITICHEZZA

Ecco dunque la mia raccomandazione preliminare. Non prendete assolutamente dei lassativi, chimici o naturali che siano, e non mangiate montagne di frutta, verdura e cereali integrali, perché la troppa fibra funziona ne più ne meno che da “lassativo alimentare”, con tutte le sgradevoli conseguenze dei lassativi; e non fatevi nemmeno dei clismi (clisteri o enteroclismi, perette, microclismi, supposte), che irritano o dilatano il colon. Infatti ognuno che soffre di stitichezza si è reso ben conto che non è questa la strada per stare veramente bene: con questi mezzi si riesce bensì ad andare momentaneamente di corpo, ma non si eliminano affatto i disturbi sempre ingravescenti che sono le conseguenze della stitichezza. Inoltre interviene sempre il fenomeno della assuefazione, cioè, per avere un effetto si deve aumentare continuamente la dose non solo dei lassativi, ma anche dei cibi vegetali iperfibrosi o dei clismi,  finché le malattie conseguenze della stitichezza finiscono per diventare molto serie.

Si possono poi dare alcuni altri consigli di tipo positivo, come quello di fare una breve passeggiata al giorno in luoghi tranquilli, oppure di bere al risveglio un grosso bicchiere di acqua pura, o ancora di fare, sempre al risveglio, l’esercizio yoga chiamato “mezza candela” (stendere le gambe in alto stando appoggiati con le spalle a terra). Sono certamente dei salutari mezzi palliativi, che hanno sì il vantaggio di non danneggiare minimamente la salute, ma che non risolvono la vera causa della stitichezza, che è la stanchezza dell’intestino. E per risolverla fino a tarda età vi è un solo mezzo: mettete a riposo periodicamente il vostro intestino con una Cura Mayr ben condotta ! Potrete trovare un’esauriente descrizione di questa cura nel mio libro Dieta Mayr, che da quasi trent’anni è disponibile in tutte le librerie italiane, cosa davvero non comune per un libro di dieta!

dieta mayr per stitichezza

QUAL’È LA CARATTERISTICA COMUNE A TUTTI GLI ULTRA-CENTENARI CHE NON HANNO MAI SOFFERTO DI STITICHEZZA FIN OLTRE I CENTO ANNI ?  L’INTELLIGENZA !

Change language: Inglese Francese