COME AFFRONTARE L’ULCERA DUODENALE

 LA CAUSA E I SINTOMI DELL’ULCERA DUODENALE

A mio avviso, la migliore cura per l’ulcera duodenale – la quale provoca mal di stomaco bruciore di stomacospossatezzanausea e talora vomito – è la Cura Mayr.  Quando i movimenti peristaltici dell’intestino cominciano a rallentare, a poco a poco iniziano a ristagnare, anche nei suoi tratti più a monte, su fino al duodeno, sia i cibi che l’acido gastrico, e ciò può spiegare l’insorgenza dell’ulcera duodenale, dato che le pareti del duodeno non sono abituate, come quelle dello stomaco, ad un contatto troppo prolungato con l’acido cloridrico, e oltre ad infiammarsi addirittura si erodono e si ulcerano. Il dolore o bruciore di stomaco si presenta da una a due ore dopo i pasti, quando l’acido prodotto nel pasto ha ristagnato troppo a lungo nel duodeno. Una complicazione dell’ulcera, che richiede un intervento medico d’urgenza, è il suo  sanguinamento (emorragia interna), che si manifesta con uno stato di spossatezza estrema e con la comparsa di feci nere come il carbone da uno a tre giorni dopo l’emorragia.

ulcera duodenale

PRIMO CONSIGLIO: MASTICARE BENE !

Già prima di fare la Cura Mayr, il sofferente di ulcera duodenale può però avere un primo sollievo ai suoi disturbi, se impara finalmente a curare molto la masticazione. Non è affatto un consiglio banale, perché una buona masticazione può fare miracoli per chi soffre di ulcera duodenale. La saliva che impregna bene i cibi, grazie ad una masticazione lunga e concentrata, agisce da tampone sull’acido ristagnante nel duodeno, e fa diminuire il bruciore. Masticare bene significa triturare in bocca ogni boccone fino a renderlo liquidogustarlo a fondoassaporarlo. Naturalmente i bocconi non dovranno più essere smisuratamente grossi come si facevano prima, perché è impossibile masticare bene un boccone troppo grosso, ma esso deve essere della grossezza che entra facilmente in bocca in una sola volta !

masticare_bene

SECONDO CONSIGLIO: DORMIRE CON LA FINESTRA APERTA !

Vi voglio dare un secondo consiglio pratico, che vorrei provaste prima di fare la Cura Mayr.  Io ho notato che i sofferenti di ulcera duodenale hanno l’abitudine di dormire con la finestra della loro camera chiusa di notte. Orbene, vi invito a tenerla sempre aperta, spalancata d’estate, socchiusa d’inverno. Naturalmente d’inverno la camera deve essere sufficientemente riscaldata, e si deve stare ben coperti nel letto. L’aria fresca che entra dalla finestra crea un leggerissimo vortice, che non disturba il dormiente, ma che è sufficiente a trascinar via e a diluire l’anidride carbonica e gli altri gas nocivi espirati, che lo intossicano se li inspira di nuovo: per questo è molto meglio aprire una finestra della propria camera, anziché quella di una camera vicina. Evidentemente questa riduzione dello stato di intossicazione cronica di cui soffre l’ulceroso favorisce la guarigione dell’ulcera.

dormire

LA SOLUZIONE RADICALE: LA CURA MAYR !

Ho scritto un libro, dal titolo Dieta Mayr, che descrive sommariamente la dieta che viene di solito prescritta nella Cura Mayr. Chi volesse sperimentare su se stesso la Dieta Mayr per qualche giorno, ispirandosi al libro, potrebbe già avere qualche miglioramento ai suoi disturbi. Se poi volete intraprendere la vera strada risolutiva per liberarvi per sempre dai tormenti dell’ulcera duodenale, la vera e propria cura, io sono a vostra intera disposizione telefonica o per mail se volete qualsiasi altra informazione, soprattutto riguardante il vostro caso individuale.

PER MIGLIORARE L’ULCERA, COMINCIATE A MASTICARE BENE, A DORMIRE CON LA FINESTRA APERTA, E A FARE LA DIETA MAYR !

 

Change language: Inglese Francese