COME CURARE AL MEGLIO I DIVERTICOLI

COME SI FORMANO I DIVERTICOLI ?

diverticoli  intestinali si formano principalmente nel colon, e provocano stitichezza alternata a diarrea e gonfiore addominale.  Essi non sono altro che piccole ernie, e la loro causa è la fermentazione che si instaura sui cibi ristagnanti per troppo tempo nel lume intestinale. Dai cibi che fermentano si libera una grossa quantità di gas che crea una forte pressione entro il tubo intestinale, la quale fa estroflettere questi piccoli sacchetti di mucosa (che sono appunto i diverticoli) attraverso la parete del tubo stesso.

diverticoli

LA TERAPIA CAUSALE DEI DIVERTICOLI

È chiaro che l’obiettivo primario di una terapia causale dei diverticoli – prima di rivolgersi alla chirurgia nei casi più gravi –  deve essere quello di ridurre il ristagno di cibo e la conseguente fermentazione entro il. tubo digerente. Ed è altrettanto chiaro che esiste un solo metodo per ridurre stabilmente i ristagni intestinali, ed è quello di riattivare e rinormalizzare la peristalsi, cioè i movimenti di tutto l’intestino. Ciò può essere ottenuto, a mio avviso, nel modo migliore con la Cura Mayr, il cui principale obiettivo è di mettere a riposo l’intestino per un determinato tempo. E, come si sa, mettere a riposo un organo crea le migliori premesse per rigenerarne le funzioni. Una descrizione sufficientemente completa di questa cura può essere trovata nel mio best-seller Dieta Mayr, reperibile in tutte le librerie italiane.

dieta mayr per diverticoli

UN CONSIGLIO COME APPROCCIO ALLA CURA DEI DIVERTICOLI

Ma, prima di intraprendere la Cura Mayr, che è piuttosto lunga ed impegnativa, voglio darvi un solo consiglio, che ha esattamente lo stesso obiettivo della Cura Mayr, cioè di ridurre la fermentazione intestinale, anche se in modo non così causale e definitivo come avviene con una Cura Mayr di sufficiente lunghezza. Si tratta di diminuire l’apporto dei carboidrati nella dieta. Infatti i carboidrati sono – tra i tre principali componenti dei cibi, proteine, carboidrati e grassi – gli unici che possono fermentare nell’intestino. Si noti che gli altri due componenti principale dei cibi, le proteine e i grassi, non vanno in fermentazione. Le proteine possono andare in putrefazione, processo certo dannoso per la salute, ma non causa diretta di diverticoli; e i grassi non fermentano e non vanno in putrefazione, per cui non possono essere chiamati in causa per l’insorgenza dei diverticoli.

QUALI SONO I CIBI CARBOIDRATICI ?

Può interessare il sapere quali sono i cibi contenenti carboidrati. In generale sono tutti i cibi di origine vegetale (cioè i cereali, la frutta e gli ortaggi), più lo zucchero e il miele. Ovviamente non è possibile eliminarli del tutto, perché essi costituiscono la parte principale di una dieta normale, e in particolare sono i nostri maggiori fornitori di calorie. E non è nemmeno conveniente ridurli troppo, perché in tal caso occorrerebbe aumentare l’apporto delle proteine (con il rischio di putrefazione intestinale) e dei grassi (con danni a lungo termine del fegato e delle arterie). In definitiva la soluzione più equilibrata è di  ridurli leggermente, lasciando inalterata la quantità di proteine e grassi. Certo la cosa non è semplice, poiché bisogna imparare a convivere con un minor apporto di calorie, almeno per il tempo necessario a vedere qualche miglioramento dei diverticoli. Nel caso aveste delle difficoltà, se lo desiderate potete comunque mandarmi una mail descrivendomi la storia del vostro disturbo, e io cercherò di darvi una risposta – naturalmente senza alcun impegno da parte vostra – che sia adatta al vostro caso.

NEL CASO DEI DIVERTICOLI, TENIAMO SEMPRE PRESENTE  CHE POSSONO ESSERE CAUSATI DALLA FERMENTAZIONE !

Change language: Inglese Francese