IL TONO DELLA PELLE DIPENDE DALLO STATO DI SALUTE DELL’INTESTINO!

Il tono della pelle e quanto esso influenza la nostra bellezza sono un tema molto dibattuto oggi. Io mi propongo qui di riportare le idee del medico e ricercatore austriaco Franz Xaver Mayr, che sul tono della pelle ha scritto buona parte di un intero libro, intitolato “Schoenheit und Verdauung” (Bellezza e digestione). Innanzitutto ciò che risalta dalle sue pagine è questa equazione: bellezza=salute, salute=bellezza. Già questo dice molto sull’originalità e sulla profondità del pensiero del medico austriaco. Ma la sua equazione prosegue con un altro termine, intestino: bellezza=salute (di tutto il corpo)=salute dell’intestino! Fatta la diagnosi, trovata la terapia…

LA CURA MAYR È DI PRIMA SCELTA PER MIGLIORARE IL TONO DELLA PELLE!

Mayr come parametro di bellezza metteva in primo piano il tono della pelle. Per lui una pelle soda e tesa ma non troppo, quindi elastica, non rilasciata ma nemmeno spastica, non troppo sottile ma non rigonfia, liscia, lucente e vellutata, senza il minimo segno di solchi e tanto meno di rughe, non secca ma neanche grassa, di un delicato colorito roseo (nella razza bianca, ovviamente), uniforme, in particolare senza macchie né eruzioni cutanee, era la principale caratteristica della bellezza. Quindi della salute, quindi della salute dell’intestino! Visto che egli già dai primi anni dello scorso secolo aveva proposto la sua cura, che subito fu chiamata Cura Mayr, la quale aveva proprio lo scopo di ottimizzare la funzionalità intestinale, è immediato pensare a questa cura come il metodo principe per migliorare il tono della pelle. E i risultati confermano in pieno questa tesi: alcuni mesi dopo una Cura Mayr eseguita con impegno ed intelligenza, la pelle diventa soda e dolcemente tesa, liscia, vellutata, di uno spessore da 7 a 10 millimeri, uniforme, senza macchie né eruzioni, e di un colorito roseo così radioso come la persona non aveva mai visto prima guardandosi allo specchio. Tra parentesi, lo spessore della pelle si può misurare pizzicandola delicatamente tra pollice e indice: siccome lo spessore così ottenuto è il doppio di quello della pelle, chi ha una pelle sana dovrebbe avere una distanza tra le due dita compresa tra 1,5 e 2 centimetri.

IL LIBRO DIETA MAYR

Nel mio libro Dieta Mayr ho dato ampio spazio alla descrizione della pelle in salute e in malattia (dell’intestino!), e ho dato molti altri particolari al proposito che sicuramente vi interesseranno. Vi potrà anche interessare che questo libro ha avuto un’accoglienza eccezionalmente duratura, perché più di trent’anni dopo la sua prima uscita è ancora disponibile in tutte le librerie italiane, il che rappresenta un vero record!

dieta mayr per tono della pelle

CONTATTO

Dr. Paolo Cataldi

info@paolocataldi.com

Tel. 0118609870

Cell. 3395682550